Articoli del 2013 · Politica

Sulla Bossi-Fini, il vero volto del Movimento 5 Stelle

1382946_10201770769544773_763705158_n

Pubblicato il 10 Ottobre 2013

Finalmente sta venendo fuori, dalle loro stesse parole, chi sono realmente Grillo e Casaleggio.

I parlamentari del Movimento 5 Stelle presentano in commissione un emendamento per abolire una parte della vergognosa legge Bossi-Fini (che ricordo, legge che ha aumentando il problema immigrazione invece di risolverlo, bloccando gli immigrati che vogliono espatriare in Europa, dato che nell’atto di arrivare qui sono già rei, costringendo la polizia estera a rimandarli qui, dato che hanno carichi pendenti in Italia ed aumentando un problema già esistente, quello del sovraffollamento delle carceri, perseguendo non un reato ma una condizione, reato inesistente in qualsiasi altro paese per cui ogni anno prendiamo sanzioni internazionali… un disastro… legge scritta con razzismo e basta.. si potrebbe scrivere molto…), cosa giusta e per cui andrebbero lodati; loro rispondono che “non era in programma”, solita scusa usata in questi mesi per epurare chi non è un semplice automa, giustificandosi con le solite e tipiche parole populiste (con cui, tra l’altro, hanno raggiunto il 25%).


Ma non finisce qui…. Loro che hanno sempre criticato fortemente gli altri partiti di omettere nei loro programmi determinati argomenti per convenienza, hanno dichiarato che la cancellazione di una legge ingiusta non è stata volutamente inserita nel programma (cosa che poi i loro parlamentari stanno facendo), “altrimenti non ci avrebbero votato”….

Quindi, tanto differenti dagli altri, non siete……

Almeno, in questo episodio, hanno veramente buttato giù la maschera, dimostrando chi sono, cosa sono e cosa vogliono….


E tutto assomiglia sempre di più non al Fronte dell’uomo qualunque di Guglielmo Giannini, come ci ricordava all’inizio, ma si delinea chiaramente sempre di più la vicinanza ad un pericoloso partito che è l’inizio e la base della rovina comportamentale e mentale italiana, partito che aveva, ve ne elenco alcuni punti:
– l’infallibilità del capo
– un leader che urla contro tutti (e a cui non puoi rispondere)
– un programma inconsistente e confusionario
– l’essere un antipartito
– il dire “non siamo ne di destra ne di sinistra”
– leader non democratico e mancanza di democraticità interna
– far credere che non ci sia un’alternativa
– chiunque mette in discussione con dubbi o critiche, è al soldo di chi sta dall’altra parte
– riduzione del pluralismo
– urlare e minacciare in parlamento

E purtroppo, come al solito, la storia insegna, ma non ha scolari…..

Chiudendo con un’analisi di Antonio Gramsci:

“Il fascismo si è presentato come l’antipartito, ha aperto le porte a tutti i candidati, ha dato modo a una moltitudine incomposta di coprire con una vernice di idealità politiche vaghe e nebulose lo straripare selvaggio delle passioni, degli odii, dei desideri. Il fascismo è divenuto così un fatto di costume, si è identificato con la psicologia antisociale di alcuni strati del popolo italiano, non modificati ancora da una tradizione nuova, dalla scuola, dalla convivenza in uno Stato bene ordinato e amministrato”

Marcello Colasanti

Consigliamo anche i seguenti articoli:
Articolo approfondito sui legami tra Movimento 5 Stelle ed estrema destra (CLICCA)

Tutti gli articoli sul Movimento 5 Stelle (CLICCA)

ARTICOLO SCRITTO PER “IL GIORNALE DEL RICCIO”, VIETATO COPIARNE IL CONTENUTO ANCHE PARZIALE SU ALTRI SITI.
CHIEDIAMO GENTILMENTE DI CONDIVIDERE DIRETTAMENTE IL LINK DELL’ARTICOLO E DEL RELATIVO FACEBOOK.
GRAZIE PER LA DIFFUSIONE.

Annunci

One thought on “Sulla Bossi-Fini, il vero volto del Movimento 5 Stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...