Articoli del 2016 · Attivismo · Città di Roma · Politica · Reportage fotografici e Video · Repressione e controllo

“C’è chi dice NO”, la manifestazione “surreale” del 27 Novembre a Roma e l’assurdo percorso del corteo.

no.jpg

Domenica 27 Novembre si è tenuta a Roma la manifestazione in favore del “NO” al prossimo referendum costituzionale del 4 Dicembre.

Partendo da Piazza della Repubblica, il corteo si è concluso in Piazza del Popolo, per proseguire la manifestazione con un concerto che ha visto protagonisti i 99 Posse, Andrea Rivera, The Bluesbeaters, gli Assalti Frontali e molti altri, con il discorso di apertura di Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli.

Sicuramente è stato un corteo partecipato, con l’organizzazione di oltre 100 pullman e vari treni partiti da tutta Italia, ma che non ripete i numeri più importanti delle manifestazioni simili del passato; non troppo lontana quella sempre per la difesa della Costituzione dell’Ottobre 2013, ben più affollata e con un percorso differente.
C’è da sottolineare che la manifestazione, “rivolta a tutte le persone che sono contrarie alla distruzione dei diritti garantiti dalla costituzione e che riconoscono l’importanza delle conquiste della Resistenza al nazi-fascismo” come recitava il suo appello, è stata appoggiata da tantissime associazioni e comitati (che trovate riepilogati in basso), ma ha visto la partecipazione principalmente delle forze progressiste e di sinistra, quindi senza le parti a destra dei sostenitori del NO, e con l’assenza del Movimento 5 Stelle che ha preferito organizzare un corteo proprio il giorno precedente (da ricordare che il Movimento non ha aderito al Comitato per il NO, che sta gestendo, fra mille difficoltà, la campagna referendaria).

Su questa giornata è doveroso far presente due fatti significativi, che ci suggeriscono sia il clima della campagna referendaria e della sua par condicio, che lo stato attuale della libertà al dissenso.

In manifestazioni passate, che condividevano lo stesso inizio-fine di corteo, si è fatto sempre percorrere in due modi: verso Via Nazionale, per discendere fino a Via dei Fori Imperiali e proseguire per Via del Corso, oppure, risalendo Via Vittorio Emanuele Orlando, proseguendo per Via Barberini e Via Sistina.
Percorsi molto centrali e frequentati, da tanti turisti, ma anche da molti italiani e romani.

Referendum: domani corteo per 'no', Roma blindata

Questa volta, oltre al fatto che si è tenuto di domenica, è stato imposto dalla questura un percorso diverso…
Risalendo subito Via Cernaia, si è percorsa Via XX Settembre, poi Via Piave, per dirottare il corteo in Corso d’Italia e nel Viale del Muro Torto…
Per chiarire… La parte di Via XX Settembre, Via Piave, a ridosso del Ministero dell’economia e delle Finanze, con tutta la prima parte del Corso d’Italia, sono zone in cui il numero di uffici è nettamente maggiore a quelli delle case, tanto che le strade, erano quasi deserte. Ma la beffa arriva proprio nel tratto Corso d’Italia – Muro Torto; parliamo di un’importante arteria per il traffico del centro città, composto da una strada ad alto scorrimento e da sottopassaggi, che da una parte ha le mura Aureliane, dall’altra, tolti gli uffici della CGIL, abbiamo il verde di Villa Borghese… quindi, a livello di persone, il nulla…
Con il traffico bloccato nei sottopassaggi, il corteo si è svolto in un clima surreale, nel silenzio del Muro Torto e con il buio che ormai era calato, con molti manifestanti di vecchia data che commentavano “mai vista una cosa del genere………..”.
Sicuramente una visibilità è arrivata poi da Piazza del Popolo, ma il corteo stesso, è stato quasi inutile. Naturalmente non la manifestazione, ma il tragitto imposto…

Altra questione, il dispiegamento delle forze dell’ordine.
Premettendo che nulla è accaduto durante la manifestazione, che è stata estremamente pacifica dati i soggetti partecipanti, con molte famiglie al completo; le forze dei reparti mobili e delle forze dell’ordine in generale è stato esagerato rispetto al numero delle persone effettive alla manifestazione, assolutamente sproporzionato.
La maggior parte delle vie laterali al corteo, in maniera imponente nei pressi del Ministero, erano bloccate con un alto numero di agenti, spesso totalmente chiuse con cancellate.
Sono state dichiarate 800 forze dell’ordine in campo, numero su cui si può alzare più di un dubbio…
Dispiegamento così alto lo si ricorda solo (forse) nell’occasione della contro-manifestazione a Matteo Salvini, sempre a Roma nel 2015, in cui il clima fu volutamente surriscaldato nei giorni precedenti.
Questa, ormai, è divenuta la norma con cui si fronteggia il dissenso, sopratutto se arriva da determinati settori, con un controllo intimidatorio che di certo non aiuta il normale e libero sentimento civico.

Questo episodio ci regala un quadro finale di come è stata condotta la campagna per questo referendum, con trattamenti assolutamente non paritari tra i due fronti, con l’utilizzo da parte del Governo del suo ruolo istituzionale per favorire un fronte, quello del SI, ed ostacolarne un altro, quello del NO, tra par condicio mai rispettata, cortei vietati o fortemente modificati, accesso ai dati sensibili per finalità di partito (vi è arrivata qualche lettera?), repressione violenta del dissenso (pensiamo a Napoli e Firenze) e militarizzazione dei cortei.

Colasanti Marcello

A seguire, le nostre foto e video della manifestazione.

Elenco realtà che hanno aderito:

– A Sud

– Abruzzo Beni Comuni

– Altromodo Flegreo

– Altrementi – Sulmona

– Amig@s MST – Italia

– Anpi – Sezione Edmondo Riva

– Arci – Crotone

– Assemblea Permanente Prima le

– Ass. Asolapo Italia

– Ass. Culturale P.P.L.A.F.

– Ass. Culturale Punto Rosso Paderno Dugnano

– Ass. Equomondo – Potenza

– Ass. Energia Felice

– Ass. Intercomunale Lucana Persone

– Ass. Antimafie Rita Atria

– Ass. Medici per l’Ambiente ISDE Italia

– Ass. Michele Mancino

– Ass. Nazionale Liberacittadinanza

– Ass. Noi genitori di tutti – Terra dei Fuochi

– Ass. Nuovo Senso Civico – Abruzzo

– Ass. Orsa Pro Natura Peligna

– Ass. Rifiuti Zero – Piemonte

– Ass. RCS – Centro di studi e iniziativeper la Riforma dello Stato

– ATTAC-ROMA

– Azione Civile Abruzzo

– Bassano Bene Comune

– Brindisi Bene Comune

– CAPSA – Comitato di Azione, Protezione e Sostenibilità Ambientale – Nord Ovest Sardegna

– Casa Internazionale delle Donne

– CAST (Comitato Ambiente Salute e Territorio) Abruzzo

– CDCA – Centro Documentazione Conflitti Ambientali

– CEPES – Centro Studi di Politica Economica

– Circolo di Legambiente – Chieti

– Circolo Dossetti

– Circolo di Legambiente Chieti

– Città Felice – Catania

– Collettivo attack irpinia

– Comitato Acqua e Beni Comuni Mentana e Monterotondo

– Comitato “Bassano per il NO”

– Comitato Cittadini Attivi Loanesi di Loano (SV)

– Comitato Cittadini Calcinato

– Comitato cuneese del CDC

– Comitato Democrazia Costituzionale Comprensorio del Cuoio

– Comitato Democrazia Costituzionale Savona

– Comitato Democrazia costituzionale Voto NO

– Comitato “NO al Referendum XIII Municipio”

– Comitato No Centrale – Mercure

– Comitato Non Bruciamoci il Futuro di Macomer (NU)

– Comitato per il NO – Afragola e Casoria

– Comitato per il NO – Cinisello Balsamo

– Comitato per il NO – Monterotondo

– Comitato per il NO – Parma

– Comitato Diritto alla Città – Rovigo

– Comitato Donne 29 Agosto Acerra

– Comitati di Base della Valle Bormida

– Comitato di Difesa della Salute & Ambiente Molise

– Comitato Mattonelle Rosse – Chieti

– Comitato Malagrotta

– Comitato Mamme No MUOS – Niscemi

– Comitato per il NO al Referendum di

– Grosseto

– Comitato No Chimica Verde Porto Torres – Sardegna

– Comitato No Corridoio Roma – Latina

– Comitato No Megacentrale Guspini Sardegna

– Comitato No Triv Avella

– Comitato No Triv Brindisi di Montagna

– Comitato No Triv Monterotondo

– Comitato Popolare Lasciateci Respirare – Monselice

– Comitato referendario Napoli No Triv

– Comitato Sala Consilina

– Comitato San Giovanni Rotondo

– Comitato Taranto LIDER

– Comitato Tecnico-Scientifico per l’Ambiente e la Salute – AsperilSUD

– Comitati Cittadini per l’Ambiente- Sulmona Rete Adriatica

– Cooperativa EVA

– Coordinamento Cittadini Liberi – Lombardia

– Coordinamento Comitati Ambientalisti – Lombardia

– Coordinamento Genitori Democratici Co.Ge.De – Liguria

– Coordinamento irpino no triv

– Coordinamento Nazionale NO Triv

– Coordinamento No Triv Terra di Bari

– CRAP – Coordinamento Romano Acqua Pubblica

– Donne 29 agosto – Acerra

– Ecoistituto del Veneto Alex Langer

– Forum siciliano dei movimenti per l’acqua ed i beni comuni

– Fuoritempo

– Global Project

– Gruppo Rottama Italia – Ravenna

– Italia Nostra – Cagliari

– Il Manifesto Sardo

– Il Salice Bianco – San Vitaliano

– La Città Felice di Catania

– La Città Futura – Giornale Online

– Lasta – Laino, territorio salute acqua

– Lanciano Decide

– Libera – Monza e Brianza

– LINK – Coordinamento Universitario

– Mattonelle Rosse

– Medicina Democratica Movimento per la Salute Onlus

– Movimento No TAV della Valle di Susa

– No Dal Molin

– No elettrodotto Villanova- Gessi

– No Eolico Selvaggio – Alta Irpinia

– No Grandi Navi

– No Ombrina

– No Tav- Terzo Valico

– No Triv – Terra di Bari

– No Trivelle Zero

– Ordine AgroForestali Prato

– Pagina On Line

– Presidio Piazzale Trento – Cagliari

– Rete della Conoscenza

– Rete Abitare nella Crisi – per il diritto all’Abitare

– Rete Autonoma Sibaritide e Pollino per l’Autotutela

– Reti di pace

– Sa Nuxedda Free Vallermosa – Sardegna

– Salviamo il paesaggio – Roma e Lazio

– Spezia Via dal Carbone – La Spezia

– Stop Biocidio

– Studenti per l’ambiente

– Transform!

– UGI – Unione Giovani Indipendenti – Colleferro

– Uallò Uallà – Lanciano

– UDS – Unione degli Studenti

– Un Popolo in Cammino

– Unione Mediterranea Lucania

– VeneziAmbiente

– Zero Violenza

– Zero Waste Lazio

– Zero Waste Sardegna

– Zero Waste Sicilia

– Zona Ventidue – San Vito Chietino

ARTICOLO SCRITTO PER “IL GIORNALE DEL RICCIO”, VIETATO COPIARNE IL CONTENUTO ANCHE PARZIALE SU ALTRI SITI.
CHIEDIAMO GENTILMENTE DI CONDIVIDERE DIRETTAMENTE IL LINK DELL’ARTICOLO E DEL RELATIVO FACEBOOK.
GRAZIE PER LA DIFFUSIONE.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...